Cassius Amicus, quando gli epicurei di tutto il mondo si incontrano online.

By | March 29, 2019

Il sito EpicureanFriends.com ospita, oltre ad una miniera di materiale epicureo, un forum dove epicurei di tutto il mondo scambiano le loro idee.
Ho iniziato a chiacchierare con loro anche io, e a fare amicizia. Oggi ho il piacere di presentarvi la mia intervista a Cassius Amicus, il creatore del sito.

Chi è Cassius Amicus? Dove vivi? Che lavoro fai quando non stai scrivendo nel forum EpicureanFriends?

Ho appena compiuto sessant’anni. Le mie origini sono inglesi, scozzese e irlandese con un po’ di tedesco. Ho vissuto in varie località nel sud-est degli Stati Uniti per tutta la mia vita. Ho lavorato in campo legale per gran parte della mia carriera e mi piace passare il mio tempo libero in campagna con il mio cane.

Come hai conosciuto la filosofia di Epicuro?
Mi sono interessato di filosofia sin dai tempi del college, dove ho seguito numerosi corsi sul pensiero classico. Ero particolarmente interessato alle fonti su cui persone come Thomas Jefferson hanno formato le proprie opinioni. Inoltre, sia al liceo che al college, ho studiato il latino come lingua straniera. Col passare degli anni ho notato il poema di Lucrezio ma non ho mai fatto molti progressi nel comprenderlo. Poi, circa quindici anni fa, ho ascoltato la versione audio della traduzione di Rolfe Humphriessu Audible. Mentre ascoltavo ho finalmente iniziato a capirne il senso. Dopo questo, e probabilmente questo secondo approccio è stato altrettanto importante, ho trovato “Epicuro e la sua filosofia” di Norman DeWitt. DeWitt ha risposto a tutte le preoccupazioni che avevo su Epicuro. Credovo fosse troppo passivo, o troppo focalizzato sulla fuga dal dolore. Certo, ho ancora molto da imparare, ma a quel punto ogni pezzo del suo pensiero ha iniziato ad essere chiaro per me.

Riesci a riassumere la filosofia di Epicuro in circa 50 parole?
Sì, ma vorrei sottolineare che per me il passo più importante è stato scoprire cosa veramente pensava Epicuro. Ogni volta che mi veniva spiegato Epicuro in passato, mi dicevano che era “praticamente un filosofo greco standard”, tranne che per un gioco di parole con cui definiva il piacere come assenza di dolore! Ciò significava che era essenzialmente uno stoico che giocava con le parole. Così una volta imparato a liquidare il piacere come la poco chiara “assenza di dolore”, avevi imparato tutto quanto c’era di interessante su Epicuro.
Oggi rifiuto totalmente questa visione. Sulla base della ricerca avviata da DeWitt, seguita da Nikolsky, Gosling e Taylor e altri, credo che il problema di definire “assenza di dolore” sia solo un aspetto secondario di Epicuro e non significa affatto quello che molte persone ritengono che significhi.

Ora ecco la mia sintesi della filosofia di Epicuro come la esprimerei oggi:
La filosofia epicurea è il fondamento su cui una persona comprende:
(1) che la religione soprannaturale non è solo falsa, ma è una menzogna;
(2) che non vi è alcuna punizione, ricompensa o vita di alcun tipo dopo la morte;
(3) che la propria vita è tutto ciò che si possiede ed è molto importante, il che significa che il nichilismo è un abominio;
(4) che non ci sono standard assoluti di giusto e sbagliato che si applicano a tutte le persone in ogni momento;
(5) che, piuttosto che standard assoluti, la Natura ci ha fornito la facoltà di provare sensazioni – piacere e dolore – come guida con cui basare le nostre decisioni su come vivere;
(6) che “ragione”, “logica” e “virtù” dipendono dalle facoltà naturali e non hanno alcun valore in se stesse al di fuori di quelle facoltà;
(7) che è giusto avere la certezza che le posizioni epicuree su questi temi siano corrette;
(8) che attraverso la filosofia epicurea si possa smentire sacerdoti e falsi filosofi che cercano di tenere chiuse le porte della conoscenza.

Pensi che il messaggio di Epicuro sia valido oggi come lo era 2300 anni fa?
Assolutamente. Anche sulle questioni in cui la scienza moderna ha fornito nuove prove che portano a una conclusione diversa il processo di pensiero degli antichi Epicurei era valido. Ad esempio il problema delle dimensioni del Sole è spesso usato per screditare Epicuro, ma credo che la sua deduzione (che il sole dovrebbe essere considerato delle dimensioni in cui ci appare) fosse quella giusta basata sui dati che aveva.

Abbiamo molto da imparare dall’approccio di Epicuro su questo argomento. Anche oggi – soprattutto oggi – ci troviamo di fronte a pretese speculative che sembrano internamente coerenti e che contraddicono ciò che percepiamo noi stessi. Cosa facciamo in tali circostanze? Accettiamo affermazioni basate presumibilmente sulla “logica” contro cui esistono prove contrarie? Penso che la risposta sia no – dove le prove sono in conflitto “aspettiamo” come consigliato da Epicuro, e non ci affezioniamo a nessuna singola opinione come l’unica verità possibile finché non avremo prove che giustificano questa conclusione. Qusta logica si adatterà bene a molte domande che ci poniamo e su cui non avremo mai le prove che ci piacerebbe avere. È importante avere fiducia nel nostro approccio per affrontare queste domande. Epicuro ci dice di fidarci delle nostre facoltà naturali – decisioni basate su molteplici esperienze ottenute attraverso i nostri sensi, anticipazioni e sentimenti – e non seguire una logica speculativa che contraddice o non abbia alcuna connessione con quelle facoltà. Non importa quante volte guardiamo: il gatto di Schrodinger non è sia vivo che morto. Preferisco che le lezioni di vita derivino dal guardare il mio gatto (e il mio cane).

Quando è nato il tuo sito web?
Il mio primo sito web dedicato a Epicuro è andato online nel gennaio 2010.

Sei forse la persona che ha il maggior contatto con gli epicurei sparsi per il mondo. Puoi disegnare una mappa di epicurei nel mondo?
Il sito Web Epicureanfriends.com ha una funzione di mappatura per gli utenti che desiderano elencare le loro posizioni, ma siamo ancora al punto in cui il consiglio di Epicurus “vivi nascoso” influenza molte persone a essere discreti al riguardo. A questo punto i principali gruppi epicurei attivi nel mondo si trovano ad Atenea e Salonicco in Grecia, ma si stanno compiendo progressi significativi nella creazione di gruppi e di “meetup” locali, specialmente in Australia. Oltre a ciò, i nostri singoli fan di Epicuro sono sparsi in tutto il mondo, le nostre statistiche sul nostro sito web mostrano che riceviamo visitatori da ogni continente.

Chi è Catius’Cat? (https://epicureanfriends.com/houseofcatius/)
Quando ho iniziato a pensare a una trama in cui trasmettere idee epicuree in uno stile semplice e poetico non avevo davanti a me il gatto di Schrodinger ma i miei animali domestici. Sono sempre stato un tipo da cani e di conseguenza ho avuto pochissima esperienza con i gatti per gran parte della mia vita. Circa quindici anni fa sono stato adottato da un gatto nero e ho osservato la sua utilità nel catturare i topi. Successivamente, mentre passavo più tempo in campagna, sono entrato in contatto con altri gatti non addomesticati. Ho iniziato a osservare le loro abitudini più da vicino e a vedere quanto potessero essere intelligenti. Ora, con i miei Pastori dei Pirenei e un certo numero di gatti che corrono fuori, osservo come gli animali ci offrono un’ottimo esempio su come vivere secondo natura, e questo conferma la mia fiducia in Epicuro che raccomandava di guardare i cuccioli di tutti gli animali come la natura la Natura invita ogni essere vivente a cercare il piacere e ad evitare il ​​dolore.

Non ho alcuna esperienza con i maiali, ma oggi credo di poter apprezzare cosa significhi essere un “gregge di epicurei”. Apprezzo un modo di essere cooperativo e solidale con gli amici, ma allo stesso tempo fieramente indipendente e selvaggio.

I tuoi “Memes” sono un modo molto originale per diffondere la filosofia epicurea. Come è nata l’idea?
Semplicemente guardando come le idee si diffondono su internet. A questo punto dei miei studi epicurei sono convinto che “Sentire” sia la chiave della vita. “Logica” e “ragione”, non importa quanto utili, sono proprio come “virtù”: sono strumenti per il raggiungimento di una vita di successo, e non sono fini a se stessi. Allo stesso modo, vivere con successo significa felicità e felicità significa che i sentimenti di piacere prevalgano rispetto ai sentimenti di dolore. I meme parlano più direttamente ai sentimenti piuttosto che le semplici parole su un pezzo di carta. Le astrazioni platoniche e la loro presa sull’umanità non saranno superate dalle sole parole, ma dai nostri “sentimenti” mentre iniziamo ad afferrare la verità sulla natura delle cose.